top of page

CODICE DEONTOLOGICO: proposta di revisione

Aggiornamento: 4 lug 2023

ono passati mesi da quanto la Commissione Deontologia del CNOP ha iniziato i primi lavori di discussione.



Il 28 aprile scorso il CNOP ha approvato la proposta di revisione del Codice Deontologico e questa mattina ha inviato, per email, il documento revisionato (che potete scaricare cliccando sul tasto qui di seguito).



Nel documento abbiamo inserito sia la versione attuale, quindi quella da revisionare, che le modifiche che saranno oggetto di referendum.


Sì: REFERENDUM. Perché la modifica del Codice deve passare sempre da un referendum.


Ma quali sono queste modifiche che dovranno essere votate dalla categoria professionale?


Finalmente la questione di genere viene introdotta anche nel nostro Ordine, in quanto si trattava di una situazione del tutto anacronistica e non sicuramente al passo con i tempi. Infatti, la maggior parte delle modifiche riguardano l'indicazione del femminile e del maschile: Psicologhe e Psicologi.


Alcuni Ordini regionali avevano già apportato questa modifica (anche nella denominazione dell'ordine stesso) e si spera che anche il CNOP possa prevedere entrambi i generi.


Riferendosi alla normativa vigente, non si parla più di "potestà genitoriale" ma di "responsabilità genitoriale" (artt. 9 e 31)


Sono stati rivisti gli articoli che si riferivano al segreto professionale (artt.11, 12 e 13), rendendoli più chiari su come procedere, e al consenso informato (artt. 9, 24 e 31).


Sono stati modificati gli articoli 16 (salvaguardia dell'anonimato), 17 (protezione di dati e documenti), 21 (insegnamento di metodi, tecniche e strumenti professionali).


Anche l'articolo sulla pubblicità professionale (art.40) è stato rivisto e decisamente snellito.


E la differenziazione tra psicologə e psicoterapeutə, così come era stata avanzata qualche mese fa? Non è stata accolta e la richiesta, di fatto, è stata rispedita al mittente. Di questo non possiamo che esserne felici.


Si tratta di una revisione perfetta? No, perchè risultano ancora dei refusi (che speriamo vengano corretti) e non si è potuto o voluto affrontare la questione dell'uso delle tecnologie e della promozione sui social, omologando le direttive regionali a livello nazionale.


C'è ancora tanto lavoro da fare ma siamo sicurə che la categoria professionale verrà ascoltata per renderlo del tutto al passo con i tempi.


l tesseramento per il 2023 è un modo per sostenere la nostra Associazione nelle sue iniziative per la valorizzazione della Professione di Psicologǝ e accedere a servizi esclusivi; potete farlo al costo di 10€ cliccando qui.


Da oggi puoi aiutare la nostra Associazione destinando il tuo 5X1000: farlo non costa nulla, ma può darci una grandissima mano per sostenere le nostre iniziative e progetti a favore della nostra categoria professionale. Per farlo basta riportare nella tua dichiarazione dei redditi il codice fiscale di LAPSI: 96511750588.


8.370 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comentários


bottom of page